© 2017 by Il Giardino di Heiwa

  • Facebook Social Icon

Geobiologia

Il nostro pianeta è un immenso organismo vivente con un proprio sistema nervoso, che lo permea, lo avvolge e lo connette con l’universo. Esistono quindi delle forze che si originano dalla Terra e che, nello stesso tempo, la Terra riceve dallo spazio. L’essere umano ha un suo magnetismo naturale, vivendo sul pianeta è immerso costantemente in campi di energia cosmica, tellurica e magnetica.

La Geobiologia è la scienza che studia le influenze e le interazioni tra gli organismi viventi e le radiazioni provenienti dal nostro pianeta e dal cosmo. Il suo nome deriva dall’unione di tre parole greche geo=terra, bios=vita e logos=studio. La geobiologia affonda le sue radici nell’antichità. Ovunque sulla terra si ritrovano tracce e documentazioni che testimoniano l’importanza e l’utilizzo di tecniche e modalità per la ricerca di luoghi salutari adatti all’edificazione di case o di città.

Nel trattato “ De Architettura”, risalente al 15 a.C., Marco Vitruvio racconta che per scegliere il luogo più idoneo all’edificazione di una casa, di un’intera città piuttosto che di un accampamento, gli antichi romani lasciavano pascolare sul terreno candidato un gregge di pecore, esaminandone poi accuratamente e a distanza di tempo lo stato di salute generale. In oriente rinveniamo informazioni ancora anteriori con l’antica arte/scienza del Feng Shui , tuttora utilizzata, che attraverso pratiche analoghe individuava il sito più adatto ad edificare case, luoghi di culto e città.


 

Nell’epoca moderna, in una società che sempre più si allontana dalla Natura, il concetto e l’importanza della ricerca del luogo salubre dove edificare e soggiornare si è in gran parte dimenticato ed è stato sostituito dalle varie “necessità” speculative edilizie. Solo recentemente l’importanza e la necessità di queste conoscenze sta tornando alla luce, principalmente grazie alla Bioarchitettura, che oltre all’utilizzo di materiali di costruzione più sani ed ecosostenibili, prevede a priori una ricerca approfondita da parte di un esperto geobiologo. Da sottolineare poi l’apporto del Fung Shui, definito come “l’arte di vivere in armonia con ciò che ci circonda”, dove lo studio delle energie cosmo-telluriche, come pure l’influenza di tutte le correnti invisibili, dai corsi d’acqua alle linee di energia che percorrono il pianeta, sono solo parte di questa antichissima arte/scienza/filosofia.

IL CAMPO ELETTROMAGNETICO UMANO E LE GEOPATIE

La moderna fisica quantistica ha dimostrato come la materia sia in realtà una forma di energia più densa, e tutto ciò che esiste nell'universo possiede una sua vibrazione caratteristica, misurabile in frequenza ed in intensità.

Anche l'uomo possiede una sua frequenza vibratoria, ed è a sua volta immerso in una dimensione vibrazionale multi-frequenza, con la quale deve costantemente interagire, cercando di mantenere una propria omeostasi energetica interna.

La “qualità vibratoria" dell'energia dell'ambiente, ed il suo "fluire equilibrato", sono i due elementi che dovremmo considerare per favorire il mantenimento di un ottimale livello e frequenza dell'energia nel nostro organismo, in relazione allo spazio in cui viviamo.

Esistono oggi evidenze scientifiche che dimostrano che più del 70% delle patologie sono aggravate o determinate da perturbazioni del magnetismo terrestre, insieme con altri fattori ambientali. Tali anomalie determinano le cosiddette zone di stress tellurico, causando quelle che sono definite GEOPATIE, che comportano una lunga serie di disfunzioni: dalla semplice emicrania alla stanchezza cronica, da disturbi del sonno all’insonnia, da alterazioni della funzionalità degli organi colpiti e del sistema immunitario a vere e proprie patologie croniche e degenerative.

Anche le piante si mostrano molto sensibili alle zone geopatogene, nelle quali hanno difficoltà di attecchimento e di crescita e subiscono più facilmente le malattie.

Le interferenze delle geopatie sull’organismo provocano una inversione della polarità della membrana cellulare sconvolgendone il suo naturale funzionamento.

Ne consegue che i posti a maggior rischio sono i luoghi di riposo e di lavoro, in special modo il letto, essendo il posto in cui si trascorre maggiore tempo, considerando anche che durante il sonno il corpo rallenta tutte le sue funzioni vitali e di difesa.

Sorge quindi la necessità primaria di ricercare il luogo salubre dove abitare, soggiornare e lavorare.

Non sempre però è possibile riuscire in questa impresa, per diverse ragioni, ad esempio quando già si abita in una casa con numerose influenze geopatiche. In queste eventualità, neanche così rare, è possibile apportare un biorisanamento per mezzo di appropriati armonizzatori energetici che abbiano la capacità di mantenere il campo elettromagnetico umano in un naturale equilibrio.

Per maggior chiarezza, con il termine “geopatie” sono indicate le patologie che si originano dal protrarsi di disturbi dovuti alle emanazione di radiazioni, di origine terrestre e cosmica, che interferiscono con il naturale campo elettromagnetico degli esseri viventi.

Esistono zone della Terra che risultano essere nocive alla salute, con un grado di pericolosità differente in base all'intensità e al tipo di radiazione, nonchè al tempo di esposizione.

Le principali anomalie del campo magnetico terrestre sono :

-falde e vene acquifere sotterranee

- rete di Hartmann

-rete di Curry

-faglie geologiche e cavità sotterranee

-giacimenti minerari e particolari tipi di suolo

-gas Radon

ACQUA

L'Acqua, scorrendo in pressione in un alveo sotterraneo, crea una induzione elettromagnetica e una costante ionizzazione degli atomi emettendo nella sua verticale di scorrimento anche raggi X e Gamma, rilevabili sull'energia biofisica dell'essere umano con adeguate strumentazioni. L’intensità dell’energia sottile congesta che va ad interessare l’abitazione posta sopra lo scorrimento d’acqua, che può essere anche a grande profondità, è proporzionale alla quantità d’acqua che scorre e anche alla sua velocità. Più acqua e più velocità determinano una maggiore vibrazione.

Mostra altro

RETE DEL DOTT. HARTMANN


La Rete del Dott. Hartmann (dal nome del suo scopritore), di origine tellurica, è un reticolato formato da maglie rettangolari con orientamento Nord-Sud (circa 2 metri) ed Est-Ovest (circa 2,5 metri). L'intersezione delle bande ha uno spessore di circa 21 centimetri. Questa intersezione è definita nodo (nodo H), qui si concentrano le radiazioni di natura magnetico-tellurica che hanno effetti geopatogeni.

Mostra altro

RETE DEL DOTT.CURRY

Il reticolato di Curry si pone a 45° rispetto a quello di Hartmann, ossia da Nord-Est a Sud-Ovest e da Nord-Ovest a Sud-Est.

E’ una rete di natura elettrica originata da onde cosmiche che misura 3.5/4 metri di lato per le singole maglie con uno spessore delle bande di 50 centimetri, l’influenza vibratoria delle intersezioni di queste risulta estremamente dannosa per la salute.

Entrambi i reticolati sono presenti su tutta la Terra.

La larghezza delle fasce varia a seconda della latitudine della Terra, delle fasi lunari, della vicinanza di linee ad alta tensione, della presenza di corsi d’acqua sotterranea a forte portata, delle radianze telluriche del luogo, prima di forti depressioni atmosferiche o terremoti nonché dalla intensità delle radiazioni e perturbazioni di origine cosmica. In questi casi avremo una deformazione dei reticolati.

E’ importante sottolineare che in presenza di sovrapposizioni sia dei nodi delle diverse reti tra loro, sia delle onde emesse da un corso d’acqua sotterraneo con un nodo, l’effetto geopatico risulta decisamente accentuato e pericoloso.

Es: Sovrapposizione di un corso d'acqua sotterraneo con un nodo di Hartmann

FAGLIE GEOLOGICHE

La faglia è rappresentata dall’incontro di due differenti conformazioni del terreno o da una frattura del terreno stesso.

Nell’incontro di due terreni di diversa natura, per esempio argilloso con una polarità negativa e sabbioso con una polarità positiva, si crea una differenza elettrica di potenziale che produce un irraggiamento dannoso dal basso verso l’alto.

Si può generare una radiazione simile, sempre dovuta ad una differenza di potenziale, sulla verticale di una frattura del terreno a noi sottostante.

CAVITA’ SOTTERRANEE

Trasmettono sulla loro verticale ed in superficie radiazioni dei residui d’aria ionizzata contenuta in esse.

GIACIMENTI DI MINERALI NEL SOTTOSUOLO

Ampliando notevolmente il fenomeno delle emissioni di raggi gamma e neutroni, modificano il campo elettromagnetico terrestre, destabilizzandolo.

GAS RADON

Il Radon è un gas radioattivo che deriva dal decadimento dell’uranio. Raggiunge la superficie della crosta terrestre sprigionandosi dalle rocce del sottosuolo in cui è contenuto. I materiali edili che derivano da rocce vulcaniche (come il tufo), estratti da cave o derivanti da lavorazioni dei terreni, sono ulteriori sorgenti di radon.

Gas Radon

Grazie alla forte dispersione di questo gas nell’atmosfera, all’aperto la concentrazione di radon non raggiunge mai livelli elevati ma, nei luoghi chiusi (case, uffici, scuole etc) può arrivare a valori che comportano un rischio rilevante per la salute dell’uomo; se respirato a lungo può danneggiare i tessuti polmonari, provocando l’insorgenza di tumori.

BIORISANAMENTO ENERGETICO

E’ possibile effettuare una ricerca dello stato energetico di abitazioni e luoghi di lavoro per individuare eventuali geopatie esistenti ed apportare appropriate modifiche, utilizzando, se necessario, appositi dispositivi per il riequilibrio energetico.

Per informazioni e se interessati, contattateci.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now